Dalle ore 12 di oggi, 19 giugno, è possibile accedere alla piattaforma per l'accesso ai contributi a fondo perduto in favore di ASD e SSD che gestiscono impianti sportivi e impianti natatori.

Requisiti generali per le istanze (ai sensi dell'art. 4 del c.d. decreto riparto del 24 marzo 2023):

- essere iscritte al Registro Nazionale delle attività sportive dilettantistiche alla data del 24 marzo 2023;

- avere nell'oggetto sociale la gestione di impianti sportivi o natatori

Altri requisiti oggettivi (impianti natatori):

-  gestione, in virtù di un titolo di proprietà, di un contratto di affitto, di una concessione amministrativa o di altro negozio giuridico che ne legittimi il possesso o la detenzione in via esclusiva, di un impianto sportivo natatorio dotato di piscina (vasca) coperta o convertibile, cioè scopribile-copribile con modalità certificata, oppure di piscina (vasca) scoperta se dotata di impianto di riscaldamento e nella quale si sia svolta almeno una competizione di un campionato nazionale in una disciplina e distanza olimpica, riconosciuta e certificata dalla Federazione sportiva nazionale di competenza, nel periodo compreso tra il 1 ottobre 2021 e il 30 aprile 2022.  (si fa riferimento al DPCM del 10 giugno 2022)

- la piscina (vasca) coperta o convertibile, cioè scopribile-copribile, dovrà detenere una lunghezza minima pari a 20 metri e una superficie minima pari a 150 metri quadrati, mentre nel caso di piscina (vasca) scoperta e riscaldata, la stessa dovrà detenere una lunghezza minima di 25 metri e una superficie minima di 400 metri quadrati;  

- presentazione di una dichiarazione asseverata da tecnico abilitato con la quale si attesti che le misure della piscina (vasca) oggetto della richiesta di contributo siano conformi a quanto dichiarato; 

- avere un numero di tesserati, presso gli enti di cui all’articolo 2, comma 1, alla data di pubblicazione del presente decreto, pari ad almeno 30 unità.  

Altri requisiti oggettivi (impianti sportivi):

 - gestione, in virtù di un titolo di proprietà, di un contratto di affitto, di una concessione amministrativa o di altro negozio giuridico che ne legittimi il possesso o la detenzione, di un impianto sportivo;

- avere un numero di tesserati, presso gli organismi affilianti alla data di pubblicazione del presente decreto, pari ad almeno 20 unità.

-----------------------------------------------

Contributi erogati:

Impianti natatori - vedi decreto

a) euro venticinquemila per impianto natatorio dotato di piscina (vasca) coperta e convertibile di cui all’articolo 3, lettere a) e b), di superficie compresa tra 150 e 249 metri quadri;

b) euro quarantamila per impianto natatorio dotato di piscina (vasca) coperta e convertibile di cui all’articolo 3, lettere a) e b), di superficie compresa tra 250 e 399 metri quadri;

c) euro sessantamila per impianto natatorio dotato di piscina (vasca) coperta e convertibile di cui all’articolo 3, lettere a) e b), di superficie superiore a 399 metri quadri;

d) euro sessantamila per impianto natatorio dotato di piscina (vasca) scoperta di cui all’articolo 3, lettere a) e b);

e) è assegnato un ulteriore contributo agli aventi diritto di cui all’art. 3 comma 1, pari al 50% di quanto previsto alle precedenti lettere b) e c), ai soggetti detentori di più di un impianto natatorio, dotati di vasca coperta non inferiore a 250 metri quadrati e ubicati in più sedi o località diverse;

f) alle Associazioni e Società Sportive che abbiano atleti tesserati in discipline olimpiche aventi come base lo sport del nuoto e l’utilizzo delle piscine, viene riconosciuto un ulteriore contributo pari a quello previsto dalle precedenti lettere a), b), c) e d). Per essere ammessi all’assegnazione del contributo di cui alla presente lettera, gli atleti sopra citati devono aver partecipato ad una delle seguenti manifestazioni: Giochi Olimpici, Giochi Paralimpici, Campionati del Mondo e Campionati Italiani Giovanili o Assoluti svoltisi nel periodo intercorrente tra il 1 gennaio 2020 e la data di emanazione del presente decreto. A tal fine deve essere tenuta in considerazione esclusivamente la partecipazione degli atleti a competizioni relative alle citate discipline olimpiche e paralimpiche organizzate e riconosciute dalle rispettive Federazioni Sportive Nazionali. L’idoneità dell’Associazione o Società Sportiva al requisito di cui alla presente lettera deve essere certificata dalla Federazione Sportiva Nazionale competente per affiliazione.

Impianti sportivi - vedi decreto

a) Per ogni tesserato, fino al numero di 50, è corrisposto un contributo pari ad euro 400,00;

b) Per ogni tesserato ulteriore rispetto a 50 è corrisposto un contributo pari ad euro 200,00.

Tutti i contributi potranno essere oggetto di ripartizione proporzionale sia in diminuzione che in aumento, ,tenendo conto del numero delle domande pervenute.

---------------------------------------------

Per facilitare le domande e velocizzare i processi di pagamento le richieste dovranno essere presentate unicamente tramite la nuova piattaforma, raggiungibile all’indirizzo:  https://avvisibandi.sport.governo.it/ .

Accedendo si clicca su dettagli per il bando di riferimento e poi si clicca Vai al Bando dalla finestra pop-up aperta.  Si accede con SPID.

E' stata prevista anche una guida dettagliata per la registrazione, che ricordiamo deve essere fatta anche dalle ASD e SSD che hanno avuto diritto ai contributi, in precedenti sessioni.

https://avvisibandi.sport.governo.it/guida.pdf

--------------------------------------------

FAQ IMPIANTI NATATORI

FAQ IMPIANTI SPORTIVI