Stampa
Categoria: Normativa
Visite: 639

ATTENZIONE AGGIORNAMENTO DEL 11/01/2022

Il Dipartimento dello Sport ha aggiornato, il 10 gennaio, le Linee guida, a seguito delle norme emanate sul green pass e sulle indicazioni del CTS (Comitato Tecnico Scientifico).

Vengono recepite le novità introdotte dal DL n. 1 del 07/01/2022 (obbligatorietà certificazioni verdi). 

Le linee guida aggiornate, sono allegate in calce all'articolo.

--------------------------------------

ATTENZIONE AGGIORNAMENTO DEL 11/10/2021

Il Dipartimento dello Sport ha aggiornato, il 5 ottobre, le Linee guida, a seguito delle norme emanate sul green pass e sulle indicazioni del CTS (Comitato Tecnico Scientifico)

Le novità:

- vengono inseriti i controlli sulla validità delle certificazioni verdi (green pass). I titolari o gestori degli impianti sono tenuti a verificare che gli accessi agli stessi da parte dell'utenza siano in conformità a quanto stabilito nel decreto n.105 del 223 luglio  (ovvero abbiano il green pass valido ).  Gli stessi controlli devono essere effettuati anche per l'accesso dei collaboratori sportivi, volontari e dipendenti. ( vedasi SPECIALE GREEN PASS

Le indicazioni, invece del Comitato Tecnico Scientifico, apportano alcune modifiche alla frequenza delle piscine e l’uso degli spogliatoi in generale:

Asciugacapelli: dal 5 ottobre si possono riutilizzare, con l'invito di essere celeri nell'attività e nella vestizione, in modo da rimanere brevementee all'interno degli spogliatoi ed evitare assembramenti

Controllo temperatura:  non più obbligatoria, sebbene fortemente consigliata

Tracciamento:  rimane l’obbligo di tracciamento degli utenti/atleti/soci che entrano nelle strutture sportive:

Impianti con capienza < 50 persone :  possibile tracciamento su registri cartacei,

Impainti con capienza > 50 persone : tracciamento obbligatori su piattaforme tecnologiche o applicativi web (raccomandata la prenotazione)

Piscine:  Si riduce l'indice di densità da 7 mq di superficie acqua a persona a 5 mq.

Palestre al chiuso: restano i precedenti parametri

------------------------------------------------

ATTENZIONE AGGIORNAMENTO DEL 05/06/2021

Con nota nel proprio sito, il Dipartimento dello Sport, dopo le ordinanze del Ministero della Salute, con l'accesso delle prime regioni in zona bianca, ha aggiornato le linee guida.

Evidenziamo le disposizioni precise per la determinazione del numero massimo di persone che possono essere presenti in contemporanea all’interno della struttura.

Si dovrà prendere in considerazione la misura di 12mq per persona, considerando 9 per il computo i metri quadrati (al chiuso) dell’intera struttura. Nel computo delle compresenze va considerato anche il personale diretto o indiretto che vi presta servizio in quel momento. Per quanto riguarda attività e corsi di gruppo, il numero massimo di cui sopra è 5mq per partecipante, prendendo in considerazione l’ampiezza dell’ambiente in cui l’attività viene svolta.

Sdoganato, al punto 6 l'utilizzo delle docce, ecco i punti salienti:

L’uso delle docce è consentito, salvo diverse esplicite disposizioni normative di ordine più restrittivo.

In ogni caso sarà necessario organizzare gli spazi e le attività nelle aree spogliatoi e nelle docce in modo da assicurare il distanziamento interpersonale (ad esempio prevedere postazioni d’uso alternate) o separare le postazioni con apposite barriere.

Per quanto riguarda l’uso delle docce, si sottolinea ulteriormente l’importanza del ricambio d’aria e della pulizia e disinfezione che deve essere garantita regolarmente nel corso della giornata.

Oltre alle particolari disposizioni di igiene e sicurezza che dovranno essere disposte per l’utilizzo, ove consentito, di spogliatoi, docce e servizi igienici, per i quali gli operatori del centro sportivo dovranno prevedere l’accesso contingentato, sarà necessario evitare l’uso di applicativi comuni, quali ad esempio asciugacapelli, che al bisogno dovranno essere portati da casa.

È necessario organizzare gli spazi e le attività nelle aree spogliatoi in modo da assicurare il distanziamento di almeno 1 metro, fermo restando l’obbligo di indossare la mascherina.

Tali spazi dovranno essere sottoposti a procedure di pulizia e sanificazione costante, con l’utilizzo di prodotti disinfettanti, in relazione al numero di persone e ai turni di accesso a detti spazi.

Laddove possibile, si dovrà arrivare nel sito già vestiti in maniera idonea all’attività che andrà a svolgersi, o in modo tale da utilizzare spazi comuni solo per cambi di indumenti minimi o che richiedano tempi ridotti, riponendo il tutto in appositi contenitori sigillanti.

Il gestore del sito potrà inoltre disporre il divieto di accesso alle docce, invitando utenti ed atleti a cambiare soltanto il costume bagnato o l’abbigliamento per l’allenamento, ad asciugare velocemente i capelli e a completare la vestizione nel più breve tempo possibile. Si accerterà inoltre, anche col supporto dello staff del sito, di controllare che gli atleti rispettino il distanziamento imposto dalle norme di prevenzione dal rischio di contagio.

Il documento aggiornato è presente in calce all'articolo.

------------------------------------------------

Con decreto del 7 maggio 2021, il Dipartimento dello Sport ha approvato le nuove “Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere”, predisposto in attuazione dell’art. 6 del Decreto legge 22 aprile 2021, n. 52.

Come puntualizza lo stesso Dipartimento, "si tratta del documento di riferimento che fornisce indicazioni specifiche volte ad assicurare la ripresa delle attività sportive e dell’esercizio fisico alle quali devono attenersi tutti i soggetti che frequentano o gestiscono, a qualsiasi titolo, siti sportivi, centri di attività motoria, palestre, piscine all’aperto, o i soggetti che comunque ne abbiano la responsabilità, nonché tutti coloro che praticano attività sportiva, anche amatoriale, di squadra o di contatto, all’aperto".

ATTENZIONE: Ricordiamo che tali indicazioni saranno attive con le temporalità collegate alle diverse riaperture in zona gialla. Fin da subito, quindi, per le attività all'aperto , mentre ricordiamo che le piscine all’aperto e le palestre, secondo quanto stabilito dal decreto legge dello scorso 22 aprile, potranno riaprire  rispettivamente il 15 maggio ed il 1° giugno.

Va da sé, che oltre a queste regole generali,  bisognerà tenere conto, come in precedenza dei protocolli in essere, generali del proprio ente affiliante e specifici di disciplina delle Federazioni per le attività svolte.

Non ci sono particolari novità, rispetto a quanto già messo in opera in passato, quando ancora si poteva fare attività.

Per cui le regole generali di sanificazione, distanziamento, non assembramento, percorsi, utilizzo di dispositivi (maschere, dispenser) restano in essere, così come la autodichiarazioni ogni 14 giorni per la tracciabilità, i registri ecc. 

In allegato, in calce all'articolo le Linee Guida, complete di allegati e la locandina delle buone pratiche per gli utenti.

Mentre i protocolli di EPS, DSA e FSN sono presenti in questa sezione del sito CONI aggiornata:

Raccolta protocolli di indirizzo per il contrasto e il contenimento dei rischi da contagio virus Covid – 19

Raccomandiamo, come avete sempre fatto in precedenza, di seguire in modo scrupoloso tutte le procedure indicate. Non solo si eviteranno sanzioni, ma ridurremmo il rischio dell'indice RT, che in caso di salita, ci riporterebbe a nuove chiusure.

 

Allegati:
Scarica questo file (Line guida attività sportive 10 gennaio 2021.pdf)Linee guida Sport 2022 - agg. 10 01 2022[Linee guida Sport 2022 - agg. 10 01 2022]1038 kB
Scarica questo file (locandina-linee-guida-5-marzo-2021_web.pdf)Locandina Linee Guida [Locandina Linee Guida]3961 kB

IL RISPETTO DELLA PRIVACY E' LA NOSTRA PRIORITA'

NOTA! Questo sito utilizza i cookie di terze parti (social ecc) e tecnologie simili, non utilizza cookies di profilazione.  Chiudendo questo banner o cliccando su un qualunque elemento della pagina si accetta l'utilizzo dei cookie. E' possibile consultare l'informativa, negare il consenso ai cookie e per gli utenti personalizzarne la configurazione alla sezione dedicata.