Stampa
Categoria: Normativa
Visite: 447

A partire dal primo di settembre, finito il periodo transitorio, si dovranno pagare le imposte e i bolli di atti privati, esclusivamente tramite F24 ordinario, in sostituzione del modello F23.

Con risoluzione 9/E, l'Agenzia delle Entrate, ha istituito i nuovi codici tributo utilizzabili per il versamento delle somme.

i nuovi codici tributo da utilizzare:

 

- 1550 - ATTI PRIVATI - Imposta di registro;  (sostituisce i codici 104T - 105T - 109T del modello F23)
- 1551 - ATTI PRIVATI - Sanzione pecuniaria imposta di registro - Ravvedimento;
- 1552 - ATTI PRIVATI - Imposta di bollo;  (per assolvere al pagamento delle marche da bollo in modo digitale)
- 1553 - ATTI PRIVATI - Sanzione imposta di bollo - Ravvedimento;
- 1554 - ATTI PRIVATI - Interessi.

In sede di compilazione, i codici tributo saranno scritti nella sezione Erario,  in corrispondenza delle somme indicate nella colonna importi a debito versati ed inserendo l’indicazione nel campo anno di riferimento dell’anno di formazione dell’atto, nel formato AAAA.

 

 

 

IL RISPETTO DELLA PRIVACY E' LA NOSTRA PRIORITA'

NOTA! Questo sito utilizza i cookie di terze parti (social ecc) e tecnologie simili, non utilizza cookies di profilazione.  Chiudendo questo banner o cliccando su un qualunque elemento della pagina si accetta l'utilizzo dei cookie. E' possibile consultare l'informativa, negare il consenso ai cookie e per gli utenti personalizzarne la configurazione alla sezione dedicata.