Stampa
Categoria: Normativa
Visite: 293
Indennità professionisti sportivi

Come detto nei precedenti articoli, il professionista sportivo, titolare di partita IVA, dovrà rientrare nei parametri dell'art.27 dello stesso decreto o nel caso di iscrizione al Fondo pensioni ex PALS (lavoratori dello spettacolo), a quelli dell'art.38 del decreto c.d. Cura Italia.

L'indennità verrà erogata dall'INPS a decorrere dal 1 aprile 2020 , per l'importo di € 600 per il mese di marzo.

L'istituto previdenziale,  precisa che non ci sarà nessun click day, inteso come finestra dentro la quale si possono fare domande di prestazioni.

Le domande saranno aperte a tutti e ci sarà un giorno di inizio, con una procedura telematica, a cui accedere tramite una delle seguenti tipologie di credenziali:   

 

- PIN dispositivo rilasciato dall’Inps (per alcune attività semplici di consultazione o gestione è sufficiente un PIN ordinario);
- SPID di livello 2 o superiore;
- Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE);
- Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Chi è in possesso di una qualsiasi delle elencate credenziali, potrà utilizzarle anche per l’inoltro delle nuove domande di prestazione introdotte dal decreto in oggetto.
Inoltre, per garantire a tutti i cittadini il diritto di accesso alle prestazioni economiche e agli altri servizi individuali con modalità interamente telematiche, l’Istituto ha messo in atto un duplice intervento rivolto a:
- semplificare la modalità di compilazione e invio on line per alcune delle domande di prestazione per l’emergenza Coronavirus.
- apprestare una nuova procedura di rilascio diretto del PIN dispositivo tramite riconoscimento a distanza.
 
La modalità semplificata consente ai cittadini di compilare e inviare le specifiche domande di servizio, previo inserimento della sola prima parte del PIN, ricevuto via SMS o e-mail, dopo averlo richiesto tramite portale o Contact Center.
La richiesta del PIN può essere effettuata attraverso i seguenti canali:
- sito internet www.inps.it, utilizzando il servizio “Richiesta PIN”;
Contact Center, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa), oppure 06 164164 (a pagamento da rete mobile).

Una volta ricevute (via SMS o e-mail) le prime otto cifre del PIN, il cittadino le può immediatamente utilizzare in fase di autenticazione per la compilazione e l’invio della domanda on line per le sole prestazioni sopra individuate.
Qualora il cittadino non riceva, entro 12 ore dalla richiesta, la prima parte del PIN, è invitato a chiamare il Contact Center per la validazione della richiesta.
 

L’Istituto previdenziale, inoltre, è prossimo al rilascio di una nuova procedura di emissione del PIN con il riconoscimento a distanza, gestita dal Contact Center, che consentirà ai cittadini di ottenere, in un unico processo da remoto, un nuovo PIN con funzioni dispositive senza attendere gli ulteriori 8 caratteri del PIN che ordinariamente venivano spediti tramite il servizio postale. Con successivo messaggio saranno forniti maggiori dettagli operativi e la data di avvio del servizio.

Per eventuali chiarimenti sulle modalità di richiesta e gestione del proprio PIN, si invita a fare riferimento alla guida accessibile dalla home page del portale www.inps.it , seguendo il seguente percorso:

1) link “Assistenza” (in alto a sinistra)

2) link “Ottenere e gestire il PIN” (menù di sinistra)

----------------------------------------------------------------

 Altre misure:

- Il congedo parentale per i lavoratori dipendenti è già attivo: ad oggi l’Istituto registra circa 100mila richieste di congedo con periodi dal 5 marzo.
- Le procedure per la Cassa Integrazione, sia quella ordinaria che in deroga, sono consolidate e ulteriormente semplificate.
- I congedi per la Gestione Separata, gli autonomi, e i cinque indennizzi per professionisti e co.co.co, lavoratori autonomi, turismo, agricoli e spettacolo, saranno operativi nei prossimi giorni.
- Le procedure e la domanda per il bonus babysitter sono in fase di avvio e le modalità sono disponibili nella circolare allegata in calce all'articolo.

NB: Con riferimento alla sola prestazione “bonus per i servizi di baby-sitting”, nell’ipotesi che la domanda sia stata inoltrata con il PIN semplificato, il cittadino dovrà venire in possesso anche della seconda parte del PIN, al fine della necessaria registrazione sulla piattaforma Libretto di Famiglia e dell’appropriazione telematica del bonus (cfr. paragrafo n. 5, circolare n. 44 del 24 marzo 2020). 

Allegati:
Scarica questo file (Circolare numero 44 del 24-03-2020 Bonus Baby Sitting.pdf)Circolare INPS Bonus Baby Sitting[Circolare INPS Bonus Baby Sitting]121 kB
Scarica questo file (Messaggio numero 1381 del 26-03-2020.pdf)Messaggio INPS - Procedure semplificate PIN[Messaggio INPS - Procedure semplificate PIN]59 kB

IL RISPETTO DELLA PRIVACY E' LA NOSTRA PRIORITA'

NOTA! Questo sito utilizza i cookie di terze parti (social ecc) e tecnologie simili, non utilizza cookies di profilazione.  Chiudendo questo banner o cliccando su un qualunque elemento della pagina si accetta l'utilizzo dei cookie. E' possibile consultare l'informativa, negare il consenso ai cookie e per gli utenti personalizzarne la configurazione alla sezione dedicata.