AGGIORNAMENTO DEL 31/05/2021

Pubblicate le nuove linee guida della Regione Veneto per l'organizzazione delle attività educative e ricreative per i minori.
 
Rispetto alle linee guida generali, a cui fa, ovviamente riferimento, queste linee di indirizzo fanno ritornare in auge il patto di responsabilità reciproca tra organizzatori e genitori, proponendo un fac-simile del modulo in calce al documento, che troverete allegato.
 
Vengono messi in evidenza gli aspetti formativi e l'organizzazione degli spazi, compresi quelli di accesso ed uscita degli utenti.
 
Per favorire, inoltre, l’attuazione delle misure organizzative idonee alla limitazione del contagio ed al tracciamento di eventuali contatti si dovrà tenere il registro di presenze giornaliero dei bambini e del personale con recapito telefonico, da mantenere per un periodo di almeno 14 giorni o superiore se possibile.
---------------------- 

Pubblicate, con ordinanza del 21 maggio del Ministero della Salute, le linee guida per la gestione in sicurezza delle attività organizzate di socialità  e gioco per bambini ed adolescenti.

Il testo, come lo scorso anno,  è stato redatto grazie al lavoro congiunto con ANCI, UPI, Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Società Italiana di Pediatria, integrato dalle raccomandazioni del Comitato tecnico-scientifico.

Rispetto allo scorso anno segnaliamo fin da subito che non esistono più i rapporti rigidi tra utenti ed educatori e viene meno anche la divisione per età. Il numero massimo di iscrizioni dovrà tenere conto degli spazi disponibili e della possibilità di distanziamento secondo le linee guida generali (distanziamento fisico, protezioni individuali ecc.). Rimane attiva, però l'organizzazione in gruppi, in modo da creare le c.d. "bolle". Si dovranno evitare contatti tra gruppi diversi.

AGGIORNAMENTO DEL 10/05/2021

Il 5 maggio 2021, in sede di conversione in legge del c.d  Decreto Sostegni,  il Senato ha approvato un emendamento alla "Riforma dello sport", che  prevede un rinvio al 31.12.2023 di molte disposizioni presenti nella stessa.

Vengono prorogate,  nello specifico, le disposizioni in materia di lavoro sportivo e del vincolo sportivo, sulla professione dell'agente sportivo, le disposizioni sugli impianti sportivi, sulla sicurezza delle discipline sportive invernali,  sul nuovo registro e sulle semplificazioni degli adempimenti.  

Escluse dai differimenti nel contesto del D.lgs 36/2020:

– l’esclusione delle cooperative tra le forme giuridiche che potranno considerarsi sodalizi sportivi dilettantistici;

l’indicazione, nei nuovi statuti delle asd/ssd, di esercitare in via stabile e principale l’organizzazione di attività sportive dilettantistiche salva la previsione di attività secondarie strumentali da individuarsi con apposito decreto attuativo. 

Per queste disposizioni resta confermata la scadenza del 1° gennaio 2022.  

-------------------------------------------------

I cinque decreti legislativi, in attuazione della Riforma dello Sport, sono stati approvati, in data odierna (26/02/2021) dal Consiglio dei Ministri capitanato dal presidente Mario Draghi.

L'approvazione, avvenuta in extremis (scadenza 28 febbraio ndr), pena il decadimento e il rifacimento dell'iter legislativo, non ha atteso il parere delle Commissioni Parlamentari, passando direttamente per l'esame definitivo della Presidenza del Cdm.

Ricordiamo che invece decade, di fatto, un sesto decreto, che riguarda il riordino dell'ordinamento sportivo,  sostituito a fine gennaio dal c.d. "Decreto CONI" che ha salvaguardato, per ora, l'autonomia del CONI e la partecipazione alle Olimpiadi.

Ricordiamo che ai sensi del DPCM vigente e delle Deliberazioni CONI, gli eventi e le competizioni riconosciuti di interesse nazionale sono tutti gli eventi e le competizioni ricompresi nell’arco temporale dello stato di emergenza prorogato sino al 30 aprile 2021- programmati e fissati con sufficiente anticipo nei calendari agonistici, con date e luoghi certi, dalle Federazioni Sportive Nazionale, dalle Discipline Sportive Associate, dagli Enti di Promozione Sportiva ovvero dagli Organismi Sportivi Internazionali.

Riteniamo che le attività sportive ON-LINE, non soddisfino il requisito di luogo certo. 

Più che Decreto Sostegno, per il mondo dello sport, si può parlare di Decreto Elemosina.

Poche ed insufficienti le misure per le SSD, praticamente nulle quelle per le associazioni sportive dilettantistiche. In generale, il mondo del no profit non può essere soddisfatto da tali provvedimenti che hanno sostenuto, parzialmente, il mondo delle imprese.

Piuttosto singolare il commento del neo eletto sottosegretario allo Sport Valentina Vezzali, che dal suo profilo instagram, sostiene che ci siano misure importanti per lo sport. Non partiamo bene.

"Il Consiglio dei ministri ha da poco approvato il Decreto Sostegni che prevede misure importanti anche per il mondo dello sport. 
Un mondo nel quale ho investito la mia intera vita ed è per questo che, nonostante abbia giurato solo pochi giorni fa, mi sono fin da subito attivata affinché nel decreto entrassero provvedimenti a favore di chi contribuisce a farlo andare avanti quotidianamente. 
All’interno ci sono misure per i lavoratori dello sport, per le partite IVA ed un importante intervento per la montagna, dai gestori degli impianti di risalita ai maestri di sci. Inoltre nelle prossime settimane il Dipartimento per lo Sport destinerà risorse per 50 milioni a favore delle Associazioni e delle Società Sportive Dilettantistiche.
Si tratta di una prima boccata d’ossigeno con l’obiettivo di riaprire le strutture sportive il prima possibile e in piena sicurezza."

Dalle dichiarazioni del ministro, quindi, possiamo solo sperare nello stanziamento di risorse, che il Dipartimento dello Sport, destinerà ad ASD e SSD. Tempi, modi e criteri sono tutti da decifrare.

Fatta questa doverosa premessa, ci addentriamo nel dettaglio delle misure. Il decreto è piuttosto articolato, per cui ove si evidenziassero altre disposizioni o specifiche, saranno oggetto di pronto aggiornamento.

Sport Governo - In primo piano

IL RISPETTO DELLA PRIVACY E' LA NOSTRA PRIORITA'

NOTA! Questo sito utilizza i cookie di terze parti (social ecc) e tecnologie simili, non utilizza cookies di profilazione.  Chiudendo questo banner o cliccando su un qualunque elemento della pagina si accetta l'utilizzo dei cookie. E' possibile consultare l'informativa, negare il consenso ai cookie e per gli utenti personalizzarne la configurazione alla sezione dedicata.